Stazione termale di Muszyna

Aggiunto all’agenda
Rimosso dall’agenda
Małopolska
Muszyna si trova nella valle del fiume Poprad e dei suoi affluenti Szczawnik e Muszynka, sulla vecchia rotta commerciale chiamata “ungherese”. Nel Medioevo faceva parte dello "Stato di Muszyna", ossia dei possedimenti in mano ai vescovi di Cracovia gestiti dagli starosti (ne restano le rovine del castello che fu sede starostale, e la residenza degli starosti del XVIII-XIX secolo). In occasione del grande flusso migratorio valacco del XV secolo, una numerosa comunità dei lemki si insediò in questa cittadina.
La maggiore curiosità di Muszyna è la sua piazza triangolare, con alle estremità due cappelle del XVIII-XIX sec. Dedicate una a S. Floriano, l’altra a S. Giovanni Nepomuceno. Dalla piazza parte via Kościelna, fiancheggiata dalle ottocentesche case borghesi, che porta alla fortificata chiesa barocca di S. Giuseppe. Il museo del territorio insediato in una vecchia locanda espone le vestigia dell’epoca starostale, i reperti legati alla cultura dei lemki e a quella ebraica, nonché opere dei pittori autodidatti naïf locali.
A Muszyna, che dal 1930 vanta lo status di stazione termale (con due centri medico-termali: Revita e Corona), ci sono molti spazi verdi, tra cui il parco termale ai piedi del colle del castello che offre palestra all’aperto, pista ciclabile e un chiosco di mescita della sorgente “Józef”. La città possiede un vero e proprio quartiere termale che si chiama Zapopradzie. Dal viale Aleja Zdrojowa si accede al parco che ospita il padiglione di mescita delle acque minerali “Antoni”. Il quartiere termale ospita inoltre un centro delle attività sportive e ricreative, uno skate-park, ma anche i preziosi Giardini dei Sensi e una torre panoramica alta 11,5 con vista sulla città e dintorni.

Luoghi nei dintorni